Magliette che passione

Ero stufa di magliette-tutte-uguali, bambini costretti a scimmiottare adulti senza fantasia e, soprattutto, stufa di bambine tutte in rosa, pailettes e leziosaggini da far cariare i denti…

Ho comprato allora delle magliette colorate di cotone; abbinando fili diversi ho cominciato a cucire ispirandomi al tema dello “zig zag”, inserendo qui e là qualche fiocchetto (sì, ma pochi!) e qualche perlina (si tratta pur sempre di bimbe!), puntando a creare magliette “grafiche” e non tanto magliette “ricamate”.

La cosa più divertente? Abbinare i colori in una maniera non scontata, giocando anche con i contrasti dati dal punto della macchina e dallo spessore del filo.

La cosa più ostica? Cucire il cotone senza strapparlo.

Share

Comments are closed.