Bottoni gioiello e ricerche d’archivio

Un po’ topo da biblioteca, un po’ Sherlock Holmes …

Mi è sempre piaciuto curiosare nel passato.

Che questo avvenga passeggiando in un mercatino delle pulci, frugando in un negozio di roba usata o rovistando in un fondo di magazzino (con il permesso del proprietario!), poco importa.

Quello che mi affascina è farmi guidare dagli oggetti, immaginarmi la storia che c’è dietro, chi li ha portati, usati, o ordinati magari da un vecchio catalogo dalle pagine ingiallite. Spesso l’impressione è che siano gli oggetti a trovarmi, non io che trovi loro.

Il che sarà anche, però il mio problema è un altro: che mi trovano troppo spesso!

Nel caso di questi bottoni – nuovissimi ma datati – quello che mi cattura è tutto: la forma, il colore, il disegno, il materiale.

E trovare il modo di valorizzarli è stato altrettanto interessante.

Da bottoni ad orecchini

Da bottoni ad orecchini il passo sembrava più breve…!

Dopo qualche tempo i bottoni fatti a mano sono diventati orecchini.

Passaggio apparentemente scontato…: fatto il bottone, metto il gancetto, cosa ci vuole?

Non è sempre semplice ciò che appare tale…  interessante però trovare di volta in volta la tecnica più adatta…

Mi sono ancora cimentata a realizzare da zero bottoni in tessuto: una nuova occasione per continuare a sperimentare sovrapposizione di materiali e textures diversi.

Una retina qui, un pizzo là, un pezzo di tenda, un po’ di seta, qualche cravatta (trova quale… qualcosa lo trovi nei cerchietti… acqua acqua fuochino fuochino…), qualche materiale preso a prestito da altri mondi… divertente!

Turbanti conturbanti

 

Prosegue la ricerca attorno ad un oggetto semplice e versatile come la fascia-scalda collo-scalda testa-cappello.

Una trasformazione dopo l’altra, un dettaglio dopo l’altro, alla fine la fascia è diventata un cappellino a tutti gli effetti.

Anche in questa versione il motivo/decoro riprende una nota di charleston se portato di lato, ma può essere anche indossato sul retro, diventando una “linea” decorativa.  

Gli accostamenti di tessuti, di contrasti cromatici e le trasparenze giocano un ruolo fondamentale.

Questo oggetto può essere una soluzione più “leggera”, sbarazzina e femminile del turbante utilizzato in caso di problemi di salute.

I turbanti conturbanti sono disponibili presso il laboratorio di parrucche Mario Audello Via Mercanti16 a Torino.

« 1 ... 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 »